Auguri Mr. Gibson

Oggi Wiliam Gibson compie 60 anni auguriiiiiiiiiiiiii.

Annunci

Multituch alla P.K.Dick

Video carino su un sistema multituch alla Minority Report

Il sensore sopra il tv mi sa tanto di Wii comunque è un bello sguardo sul futuro 🙂

[via punto-informatico]

Cosa ho letto nel 2007

Questa sera mi è venuta voglia di vedere quanto e cosa ho letto nel 2007, qui sotto potete vedere la lista (ottenuta mediante anobii)

Titolo Sottotitolo Autore
Bay City   K. Morgan Richard
Gli Elfi di Cintra La Genesi di Shannara – Vol. 2 Terry Brooks
Il cacciatore di aquiloni   Khaled Hosseini
Il meridiano della paura Urania 1518 Alan D. Foster
L’astronave immortale Urania 1523 Joe Haldeman
La Casta Così i politici italiani sono diventati intoccabili. Sergio Rizzo, Gian Antonio Stella
Mindscan Urania 1525 Robert J. Sawyer
Next   Michael Crichton
Risen! Urania 1522 Scott Westerfeld
Risen lo sterminio dei mondi Urania 1524 Scott Westerfeld
MAI PIU’ UMANI   Nancy Kress
Porta sullo spazio   Nancy Kress
Slan Hunter Urania n.1526 Kevin J. Anderson, Alfred E. van Vogt

Come balza subito agli occhi la fantascienza la fa da padrona, e per chi mi conosce non è una novità.
Devo dire che pensavo di aver letto di più quest’anno ma considerato che dopo l’arrivo del piccolo Elia non ho più molto tempo libero direi che non è andata male, sopratutto in confronto alla media nazzionale. 🙂

Il libro che mi è piaciuto di più quest’anno è stato Bay City, forse perchè lo vedo molto cyberpunk e in alcune parti ricorda molto le ambientazioni del Neuromante, che è indiscutibilmente il mio preferito.
Direi che K. Morgan Richard è da tenere d’occhio, per il 2008 conto di leggere il secondo romanzo su Takeshi Kovac Angeli Spezzati.

Purtroppo la cosa peggiore che ho letto è invece Next di Crichton, autore che ho amato ma che ormai mi delude costantemente, come tutti i suoi ultimi libri ad un accurata preparazione scentifica segue un romanzo senza una trama precisa e con un finale inconcludente, più che una storia Crichton ci propina le sue idee politiche su un certo argomento come aveva già fatto in Stato di paura.

Speriamo Bene

Speriamo che venga meglio di Johnny Mnemonic.